Mountain bike

1657041Gli amanti della mountain bike troveranno percorsi semplici per tutta la famiglia attorno al Lago di Gera e su per la Val Poschiavina.
Per i più esperti vi sono numerosi anelli percorribili, ma ancora poco frequentati, richiedono esperienza e allenamento, panorami favolosi, territori selvaggi e discese mozzafiato premieranno la fatica delle salite.

Vuoi fare un giro dalle nostre parti, ma ti manca un compagno d’esperienza?
SCRIVICI e ti consiglieremo la miglior Guida Alpina per i tuoi obbiettivi.

1.Val Poschiavina

Quota di partenza (m): 1996
Quota d’arrivo (m): 2230
Dislivello complessivo (m): 236
Lunghezza: 7 km 
Tempo di percorrenza: 1:45 ore
Località partenza: Valmalenco diga di Gera (Lanzada, SO) 
Periodo consigliato: da giugno a ottobre
Percentuale ciclabile: 100%
Copertura della rete cellulare: Discreta
Contributors: Luca Barletta, Ivan Pegorari e Lyasis Edizioni
Ultima revisione: 02/12/2014

Descrizione itinerario:
Questo itinerario ci conduce in uno degli angoli più belli e nascosti della Valmalenco, sul confine con la vicina Svizzera. L’itinerario ha inizio da Campo Moro, facilmente raggiungibile con la propria auto da Lanzada seguendo le indicazioni per Campo Franscia e Campo Moro. Più precisamente l’itinerario inizia dal parcheggio de Rifugio Bignami – diga di Gera (2000 m). Pedalando fino sulla sommità della diga non bisogna attraversarla ma proseguire, sempre in direzione NE, sulla mulattiera che costeggia il lago. Ci si trova alla base di pareti rocciose attrezzate per l’arrampicata. Sul lato opposto, in cima ad un dosso, è facilmente individuabile il rifugio Bignami. Si prosegue sulla mulattiera, inizialmente pianeggiante per poi inerpicarsi sempre più, ignorando le deviazioni per l’Alpe Gembrè e rifugio Bignami, si prosegue per la Val Poschiavina. Pian piano la mulattiera piega sempre più in direzione Est, addentrandosi dolcemente nella valle di Poschiavo. Si prosegue fino alle baite dell’alpeggio (2230 m) che si situano su un’ampia piana erbosa attraversata da un placido torrente che ne rispecchia la bellezza.

Discesa:
Discesa per l’itinerario di salita.

2.Tour del Lago di Gera

Quota di partenza (m): 1996
Quota d’arrivo (m): 2401
Dislivello complessivo (m): 400
Lunghezza: 9 km 
Tempo di percorrenza: 3:00 ore
Località partenza: Valmalenco diga di Gera (Lanzada, SO) 
Periodo consigliato: da giugno a ottobre
Percentuale ciclabile: 90%
Punti d’appoggio: Rif. Bignami
Copertura della rete cellulare: Discreta
Contributors: Luca Barletta, Ivan Pegorari e Lyasis Edizioni
Ultima revisione: 02/12/2014

Descrizione itinerario:
Questo itinerario di mountain-bike è senza ombra di dubbio il più suggestivo e selvaggio di tutta la Valmalenco, adatto a riders esperti in quanto presenta alcuni tratti molto tecnici. Si parte dal parcheggio del rifugio Bignami alla base della diga di Gera, una volta raggiunta la sommità della diga proseguire e raggiungere l’Alpe Gembrè, superato l’imbocco della Val Poschiavina, prima dell’Alpe Gembrè si ha la prima discesa estremamente tecnica. Una volta raggiunto l’Alpe Gembrè proseguire per il rifugio Bignami, attraversare i ponti in legno e la meravigliosa area alle pendici del ghiacciao della Fellaria Orientale, una volta arrivati alla base del dosso al di sopra del quale domina il rifugio Bignami, spingere la bici fino al rifugio, circa 100m di dislivello molto ripidi. Arrivati al rifugio proseguire per il sentiero tutto in discesa che costeggia il lago di Gera fino alla diga, completando cosi il Tour del lago di Gera.
Nelle fasi si discesa fare attenzione, non sono mai banali e i sentieri sono usati anche dagli escursionisti.